L’incantamento pubblicitario conferisce eternità, unicità e perfezione. Ogni nuova versione del prodotto avoca a sé questi attributi, spogliandone la versione precedente. Questa pellicola lucente, vera vita del prodotto, che trasmigra intatta da versione a versione, vita eterna, unica e perfetta, dunque divina, è la sua promessa di potere, che chi acquista utilizzerà a proprio vantaggio. Ma per avvalersi dell’aiuto del dio l’acquirente dovrà essergli devoto e praticarne il culto: che consiste anzitutto nel conservarlo intatto, e per la maggior parte del tempo al riparo dalle ingiurie della polvere, degli agenti atmosferici, delle sue stesse dita comunque sudate. In poche parole, chiuso nell’imballaggio originale, lontano anche dalla vista.

—F.Sollima, Fenomenologia dell’umiliazione, I, p.355