L’hacienda è un’organizzazione il cui scopo sembra essere la pura durata. Essa si prefigge scopi apparenti, come il profitto, o il prodotto, o una relazione dei due. Per ingenuità si sono talvolta scambiati tali scopi apparenti per reali e persino assoluti, al pari di divinità, il che testimonia l’efficacia della mitologia con cui l’hacienda protegge la propria provvidenziale mancanza di orientamento. E’ chiaro infatti che qualunque scopo comporterebbe il potenziale venir meno della durata. Come qualunque chiesa, l’hacienda istituisce dogmi, richiede devozione e pratica un culto; ma nulla le sarebbe d’impaccio quanto l’epifania dei suoi dèi.

—F.Sollima, Fenomenologia dell’umiliazione, I, p.46